Stefano Sansevero

 

Ginecomastia

La ginecomastia è una condizione che consiste in un accumulo di tessuto ghiandolare e adiposo a livello della mammella maschile tale da conferire al petto dell'uomo un aspetto innaturalmente femminile. Quando la ginecomastia è esclusivamente di origine adiposa si parla di pseudoginecomastia. In certi casi la ginecomastia può essere una condizione secondaria ad alcune patologie o a terapie farmacologiche. Tale alterazione può essere monolaterale o bolaterale. In ogni caso si tratta di una condizione che crea un grande imbarazzo nell'uomo.

Fortunatamente può essere trattata facilmente con un intervento di riduzione del volume del seno maschile. La ginecomastia vera deve essere trattata associando alla liposuzione l'asportazione chirurgica del tessuto ghiandolare in eccesso con una piccola cicatrice che sarà nascosta lungo il perimetro dell'areola. Nei casi di pseudoginecomastia è possibile ridurre il volume mediante la liposuzione del grasso in eccesso.

I risultati a distanza sono molto buoni con una grande soddisfazione da parte dei pazienti.

Domande frequenti

  1. La cicatrice sarà visibile?
    No, la cicatrice sarà piccola e mimetizzata dall'areola.
  2. Anestesia locale o generale?
    E' sufficiente una leggera anestesia locale.
  3. E' necessaria la degenza post-operatoria?
    No, dopo l'intervento il paziente potrà tornare a casa.